giovedì 6 marzo 2014

Recensione: TOWERS "II"
12"LP 2014 - eolian empire




Il processo di sperimentazione che corazza la corporatura assordante del duo americano denominato TOWERS (con sede a Portland) ha dell'assurdo!!! Rick Duncan (basso/voce) e Darryl Swan (batteria) si cimentano in un vero e proprio tormento sonoro figlio del noise core più cupo e apocalittico, che inevitabilmente affonda le sue radici nel malessere quotidiano. Non esiste fascio di luce pulita che attraversa le stagnanti nebbie tossiche soffiate mediante queste quattro lunghe tracce, e viene perciò difficile respirare aria sana durante l'ascolto del lavoro. L'intera atmosfera non è per niente salubre, contribuendo a soffocare l'apparato respiratorio di chi si avvicina a passo lento e stanco. Non esistono risposte facili nel modus operandi dei nostri... Questo è un grido lacerante. Prorompe dalle viscere della terra e per affermarsi non si appoggia languidamente su dei futili schemi preconfezionati, né richiede il sostegno delle dinamiche mainstream. "II" si realizza nell'autenticità, l'apparenza e il realismo lo abbruttiscono, lo dissolvono inesorabilmente. I Towers picchiano con una carica pesante, per fare piazza pulita del mondo polveroso in cui viviamo. Qui è la passione profonda per certe idee a rivoltare la norma. Questi sono degli autentici massacratori e, per loro, l'underground altro non è che il luogo adatto in cui sia praticabile la sovversione! Davvero massicci i Towers.

Contatti: digital.eolianempire.com/album/ii facebook.com/towerspdx

TRACKLISTING: Hell, The Door at the End of the Hall, The Chosen, In the Room of Misfortune.


Nessun commento:

Posta un commento