mercoledì 12 marzo 2014

Recensione: RINGWORM "Hammer of the Witch"
CD | LP | DIGITAL AMBUM 2014 - relapse records




Hardcore/metal di quello bastardo, che ti addenta velocemente senza dare il tempo di respirare, questo suonano da anni i RINGWORM, giunti con il nuovo "Hammer of the Witch" al loro sesto album in studio. Questo lavoro vede anche il cambio di etichetta (da Victory Records a Relapse Records), quindi l'attuale sodalizio non può che portare altrettanta energia/carica positiva. La potenza di questi brani giace nella dinamica del songwriting che li caratterizza e non si può fare a meno di agitarsi con tale impeto verbale/sonoro. "Bleed", "King of Blood" oppure "One of Us Is Going to Have to Die" potrebbero essere prese come esempio per rendersi conto del tiro massacrante degli americani. Ogni brano incita alla violenza fisica! Se poi aggiungiamo che i Ringworm sono uno dei gruppi del circuito che negli ultimi anni ha sfornato materiale di livello, allora il quadro è piuttosto completo. Oltre ad essere coerente con le vecchie releases dei cinque di Cleveland, "Hammer of the Witch" potrebbe anche essere definito più crudo e diretto, soprattutto sul piano concettuale. E' chiaro fin da subito che i nostri fanno sul serio: riff pesanti/spaccaossa, intrecci di chitarra che sfuggono, si incrociano e si rincorrono; una sezione ritmica sostenuta e a dir poco fulminante, con una voce che ringhia, s'incazza e penetra l'apparato uditivo senza mai risparmiarsi. I Ringworm ritornano più fieri e letali simili ad una bastonata in pieno volto. Chi li adora continuerà a sostenerli. Questa è l'unica certezza!

Contatti: ringworm13.net - facebook.com/Ringworm13

TRACKLISTING: Dawn of Decay, Bleed, Leave Your Skin at the Door, Exit Life, Psychic Vampire, King of Blood, I Recommend Amputation, Hammer of the Witch, We'll Always Have the End, One of Us Is Going to Have to Die, Vicious Circle of Life, Die Like a Pig, Height of Revelation.


)

Nessun commento:

Posta un commento