martedì 5 maggio 2020

KATATONIA "City Burials" - Peaceville Records




Muovendosi agevolmente attraverso la dimensione di ombrosità e drammaticità che pervade il loro nuovo album "City Burials", gli svedesi KATATONIA creano un altro quadro verosimile della propria complessa e mutevole identità che, apparentemente incompatibile con alcuni elementi contrastanti evidenziati nel presente, sono destinati a flirtare, a rendersi amanti e complici, ad inseguirsi incessantemente, dando origine ad un gioco ammaliante e privo di punti di riferimento stabili. E così l'azione di questo gioco si delinea a tutti gli effetti come un fervido rapporto tra modelli antitetici che si attraggono, si comprendono e si completano. E' l'ennesima opera "intimista" capace di trovare i suoi punti di forza nelle meticolose scelte stilistico-narrative, chiare e rifulgenti, libere da ogni barriera di genere seppur rimanendo legate ad uno stile inconfondibile e ben consolidato. Scelte che si trascinano verso un potente impatto emozionale, reso ancor più tangibile dal contesto in cui si svolge ogni singola scena racchiusa in "City Burials": il suo copione descrive in maniera eloquente la fluida miscela di brivido e determinazione, rassegnazione e speranza che caratterizza ogni umana esistenza, tesa verso la realizzazione dei propri immateriali sogni. Suoni e sentimenti che si susseguono uno dopo l’altro, rapidamente. Tutto sembra così diverso, ma familiare allo stesso tempo. I Katatonia si presentano agli occhi increduli dello spettatore come la solita entità a sé stante che, senza agire su un centro fisso e ben definito, ha la finalità di rinnovarsi per continuare a disaminare la fragilità nella sua completezza. Quella fragilità costretta a entrare in collisione con la triste realtà circostante. La densità appariscente di "City Burials" si immerge nei labirinti dell'animo umano in una profusione di colori illusori, nati da una creatività refrattaria e autenticamente individuale, e dalla volontà di continuare ad espandere la propria libertà espressiva. Gli attuali Katatonia non hanno perso la capacità di risvegliare le nostre vite alla vita stessa.

Contatti: 
katatonia.com
facebook.com/katatonia
instagram.com/katatoniaband

Songs:
Heart Set To Divide, Behind The Blood, Lacquer, Rein, The Winter Of Our Passing, Vanishers, City Glaciers, Flicker, Lachesis, Neon Epitaph, Untrodden




Nessun commento:

Posta un commento