giovedì 13 febbraio 2020

NORDVARGR "Daath" - Cyclic Law




Henrik Nordvargr Björkk riprende il suo programma incendiario per offuscare la luce solare necessaria al rifornimento mentale di milioni di esseri umani. Lo scopo dell'artista svedese è quello di sempre: dare una dura lezione all'ascoltatore. Dopo tanti anni di onorata carriera, è arrivato anche per lui il momento di offrire al proprio pubblico una testimonianza veritiera del livello raggiunto in fase di scrittura. L'imponente nuovo album intitolato "Daath" mostra un'impronta meno dark ambient e sicuramente più marziale, rispetto alla maggior parte delle sue precedenti uscite discografiche, con attacchi black industrial furibondi che molto spesso riportano alla mente l'operato nichilista e bastardo del connazionale Thomas Martin Ekelund (Trepaneringsritualen) e, in generale, un approccio compositivo più fibroso e dilaniante nei confronti del sound digitale. La lungimiranza della visione disturbata di Nordvargr risiede nell'innata capacità di mantenere elevato il livello di attenzione, sebbene alcune trame non siano di facile lettura o fruizione. Insomma, Henrik ha mantenuto inalterata l'organicità del proprio trademark e i suoi seguaci verranno nuovamente incoraggiati per continuare ad idolatrare morte e distruzione. Il messia nero è tornato!

Contatti:
cycliclaw.bandcamp.com/album/daath
nordvargr.com
instagram.com/nrdvrgr

Songs:
Nordvargr - Inner Monarch Awakened, The Horsemen Ride Out On Foaming Steeds, Tabernakelvisa - The Redeemer And The Secret, Death Closes The Gates Of Time And Opens Those Of Eternity, Invocation Of The Unseen, As King As Queen - When Kingdom Collide, The Light Of The Lord And The Black Sun Behind The Sun, Where There Is Word There Is Enlightenment


Nessun commento:

Posta un commento