martedì 30 ottobre 2012

Recensione: IT'S NOT NIGHT: IT'S SPACE
"Bowing Not Knowing To What"
cd 2012 - autoprodotto




Già dall'apertura di "The Gathering" ci si sente pianamente coinvolti da questo album, un vortice magnetico in grado di atrofizzare articolazioni e sensi. "Bowing Not Knowing To What" è una valanga di suoni, potenti distorsioni che ti precipitano addosso lacerandoti dal profondo. La sua narrazione riprende le dinamiche del più ossessivo stoner/sludge psichedelico, ma la storia si svolge su una base dove non mancano i movimenti di sopraffina classe compositiva. Ben suonato, ben arrangiato, questo album si posiziona di diritto sopra la media. Ogni richiamo voluto è inserito con cura all'interno di un sound che si dilata su momenti di ambio respiro ed altri di sconfinata tensione. I brani sono lunghi come nella media del genere, ma queste note così autentiche, permanenti, non vi lasceranno mai soli. Gli americani IT'S NOT NIGHT: IT'S SPACE con questo secondo disco sapranno prendervi, stordirvi e portarvi in luoghi sconosciuti.

Contatti: innis.bandcamp.com - myspace.com/itsnotnight_itsspace

"BOWING NOT KNOWING TO WHAT" TRACKLIST: The Gathering, The Mantis & the Cow, Magus in the Valley, Painted Serpent, Blue Mountain Freedom, Vibration Eater, Palace of the Bees.


Nessun commento:

Posta un commento