lunedì 13 ottobre 2014

Recensione: SICK OF IT ALL "Last Act of Defiance"
2014 - century media




I grandi SICK OF IT ALL fondatisi nel 1986 nel Queens sono una vera e propria istituzione della scena musicale americana (e non solo). Nel loro passato hanno scritto pagine fondamentali della storia del punk hardcore appartenente alla città di New York. Nel loro presente c'è un nuovo album che, sono certo verrà osannato da molti di voi. "Last Act of Defiance" è sinonimo di qualità assoluta! Nulla viene alterato all'interno del sound a dimostrazione che 'squadra che vince non si cambia e non cambia pelle'. I fratelli Koller, Craig Setari, Armand Majidi sanno perfettamente dove e come colpire per mantenere viva la fedeltà dei fan. Ad un vissuto così granitico c'è poco da aggiungere e infatti quello che i Sick Of It All continuano a proporre è musica di ottima portata, forgiata con passione e dedizione verso il genere suonato. I riff di chitarra, i giri di basso, le ritmiche di batteria e la voce graffiante di Lou sono ancora legati agli anni che furono, ma la testa e il cuore dei quattro musicisti sembrano guardare sempre più in là. Questo è il giusto modo per portare avanti una carriera radiosa che non sembra subire momenti di fiacca. La vecchia scuola comanda! Chiunque sia un loro sostenitore potrà acquistare "Last Act of Defiance" a scatola chiusa. Qui è la sostanza a "dettare legge".

Contatti: sickofitall.com

TRACKLISTING: Sound The Alarm, 2061, Road Less Traveled, Get Bronx, Part Of History, Losing War, Never Back Down, Facing The Abyss, Act Your Rage, Disconnect Your Flesh, Beltway Getaway, Sidelined, Outgunned, DNC.




Nessun commento:

Posta un commento