sabato 15 agosto 2015

Recensione: MAKE "The Golden Veil"
2015 - Independent




"The Golden Veil" dei MAKE è una piccola perla nell'attuale panorama del progressive sludge/doom metal/post-rock, creato per tutti coloro che sono predisposti a perdersi negli spazi strumentali ampi e profondi. I tre ragazzi della Carolina del Nord (Chapel Hill), sviluppano il loro sound su delle trame abbastanza orecchiabili e su una bella voce altisonante che sa invocare le energie della Terra e dell'Universo. Nel nuovo disco non mancano i passaggi in cui le tonalità di voce si fanno più gutturali e penetranti ("The Absurdist"). Una potenza espressiva che si traduce in scenari tendenzialmente orientati su vere e proprie cavalcate lisergiche ricche di manifestazioni psichedeliche ("We Are Coiled", "The Architect", "In the Final Moments, Uncoiling"). La musica racchiusa in questo "The Golden Veil" merita attenzione proprio perché è in grado di stemperarsi istantaneamente dinanzi ai nostri occhi per renderci parte della materia. L'anima "sperimentale" dei Make prevale su qualsiasi tecnicismo e non accetta insegnamenti da nessuno. Interessanti.

Contatti:

thebandmake.bandcamp.com/the-golden-veil
facebook.com/thebandmake

TRACKLIST: I Was Sitting Quietly - Peeling Back My Skin, Breathe, The Immortal, We Are Coiled, The Absurdist, The Architect, In the Final Moments, Uncoiling




Nessun commento:

Posta un commento