sabato 6 giugno 2015

Recensione: DEMIURGON "Above the Unworthy"
2015 - Ungodly Ruins Productions




I DEMIURGON sono una nuova realtà italiana che ha saputo colpire le mie attenzioni grazie ad un album eccellente, sotto tutti i punti di vista. Fa sempre piacere prendere atto che la nostra Nazione può continuare a vantare una buona e prolifica scena death metal, soprattutto perché tanti dei nostri musicisti non risultano inferiori a nessuno, nonostante alcuni di essi siano molto giovani. "Above the Unworthy" è un tornado sonoro travolgente che lascia dietro di sé distruzione e polvere. L'onda d'urto generata da questo loro debutto messo in commercio dall'etichetta Ungodly Ruins Productions è resa ancora più devastante dalla tremenda padronanza strumentale, da una poderosa registrazione, e dall'ottimo lavoro svolto da Stefano Morabito, artefice sia del mixaggio che del mastering presso i 16th Cellar Studios. L'esperienza maturata nel tempo in grembo agli Hatred (la precedente band in cui hanno militato alcuni dei ragazzi dei Demiurgon) ha dato sicurezza ai death metaller di Modena. Nelle canzoni del primo disco si possono ascoltare delle idee e soluzioni strumentali davvero pregevoli, anche se, inevitabilmente, molte di queste vanno a ricalcare il territorio già battuto incessantemente da autentici pezzi da novanta come Immolation, Behemoth, Hate Eternal, Hour of Penance. E' vero che le nuove tecnologie analogiche favoriscono la resa finale della maggior parte dei dischi odierni, però non ci si deve solo focalizzare sulla qualità sonora, bisogna anche dare le giuste attenzioni alla musica e capire cosa ha da offrirci. Beh, in questa sede posso affermare che gli emiliani di qualità ne hanno davvero parecchie, e fortunatamente direi. Per farla breve, i Demiurgon promettono bene, infatti oltre ad essere dei compositori preparati, non sono da considerarsi delle reclute. Se dal vivo saranno in grado di riproporre la stessa potenza se ne vedranno delle belle. Ottima prova. Avanti così!

Contatti:

ungodlyruinsproductions.bandcamp.com/above-the-unworthy
facebook.com/Demiurgon
demiurgon.bigcartel.com


TRACKLIST: Rex Mundi, Chastisement of Innocence, Pillars of an Inverted Creation, Dead Land Seasons, Apogee of a Collapsing Humanity, Freedom Indoctrination, World's Zenith, Defective Perception, The Shapeless Almighty, Birth of a New Light




Nessun commento:

Posta un commento