martedì 2 ottobre 2018

Recensione: TERROR "Total Retaliation"
2018 - Nuclear Blast Records | Pure Noise Records




I TERROR di Los Angeles sono convinti sostenitori del verbo dell'hardcore e fieri portavoce di un sound stradaiolo e adrenalinico, quindi non serve ribadire che rimangono ancora oggi tra i massimi esponenti del genere!!! Assieme ad altri gruppi storici statunitensi dettano le regole del gioco stando sempre un passo avanti. L'indice di Scott Vogel è puntato verso il sociale, le istituzioni e l'oppressione politica giunta a livelli oramai intollerabili. Una band unita e compatta che, durante la sua ascesa, non ha MAI, e dico MAI "mutato pelle" pur avendo sostituito alcuni componenti del collettivo e cambiato diverse etichette discografiche. Chi conosce i ragazzi losangelini sa già cosa aspettarsi: "Total Retaliation" esplode di rabbia, energia e groove... allo stesso modo degli album precedenti. Onestamente vi dico che è inutile parlare di evoluzione sonora, perché in un gruppo come i Terror quello che conta veramente è picchiare duro e con assoluta onestà, in modo da far sì che le numerose frange più incazzate possano scatenarsi sotto e sopra il palco. Ovviamente è una questione di scelte. A rappresentare il cuore pulsante dell'hip hop ci pensa il rapper italo-americano Vinnie Paz, nell'interludio "Post Armageddon Interlude". Ascoltando "Total Retaliation" si capisce quanto l'HC sia importante per i Terror.

Contatti: 
purenoise.bandcamp.com/album/total-retaliation
totalretaliation.com 
facebook.com/terrorhardcore

TRACKLIST: This World Never Wanted Me, Mental Demolition, Get Off My Back, One More Enemy, Break The Lock, In Spite Of These Times, Total Retaliation, Post Armageddon Interlude, Spirit Of Sacrifice, I Don't Know You, Behind The Bars, Suffer The Edge Of The Lies, Resistant To The Changes



Nessun commento:

Posta un commento