venerdì 26 ottobre 2018

Recensione: BASTARDIZER "Dawn of Domination"
2018 - Evil Spell / Undercover Records | Iron, Blood And Death Corp Distribucion




Supportati dall'immagine infernale rappresentata sull'artwork di questo secondo full-length, gli australiani BASTARDIZER fanno rivivere il mito degli anni '80, consapevoli di riprendere per filo e per segno tutti gli elementi che hanno dato il via al concetto "puro" di thrash/black metal, o meglio dire blackened thrash/speed metal. Il loro stile fatto di riff immediati e ignoranti tira dritto mostrando gli artigli. E' una volontà determinata e per nulla presuntuosa quella che alimenta il nuovo "Dawn of Domination". Con i brani "Whiskey 'til Death", "Hellions of the Oath" la band trova anche il modo di esternare il proprio amore incondizionato per il rock 'n' roll cazzuto dei seminali Motörhead. Per farla breve, questi quattro ragazzi non risparmiano la componente groovy tipica del genere in questione, riuscendo nello scopo di offrire una prestazione convincente.

Contatti: 
bastardizer.bandcamp.com/album/dawn-of-domination
facebook.com/bastardizer666

TRACKLIST: Dawn of Domination, A Dose of Vengeance, Crimson Trenches, Death Cult, Demons Unleashed, Whiskey 'til Death, Up the Ante, Hellions of the Oath, Midnight in Hell, Mongrels' Wrath/The Depraved Nazarene Whore, Unholy Allegiance


Nessun commento:

Posta un commento