venerdì 6 settembre 2013

Recensione: FEROCITY "The Sovereign"
CD 2013 - deepsend records




L’impatto originario dei FEROCITY non ha subito cambiamenti rilevanti, ma è stato sottoposto, ad un processo di miglioramento: i nuovi dieci brani, infatti, sono più elaborati e, nonostante la loro prevedibilità di fondo, strappano via la pelle con maggiore irruenza. Ogni singolo capitolo della tracklist è ben suonato, dalla prima all’ultima nota tutto scorre fluido. Questo è probabilmente il disco migliore dei danesi e penso che ciò sia uno stimolo per non fermarsi ad un solo superficiale ascolto. Le canzoni di "The Sovereign" fanno male e sapranno coinvolgere gli appassionati e il pubblico in generale (soprattutto in sede live). Naturalmente andando a decifrare il songwriting nello specifico, si nota la maturità raggiunta in diciotto anni di attività, anche se l'ossatura del sound si sviluppa su soliti/essenziali stop'n go e cambi di tempo tipici della scuola death . Purtroppo le ripetitività rischiano di far ammalare le soluzioni/parti più riuscite (giusto constatarlo). Per certi versi le influenze sono le stesse di vari gruppi menzionati in altre mie recensioni, ma non si può predendere/chiedere altro ai Ferocity! E' la realtà. Avviene in tutti i generi estremi. Sicuramente risulteranno troppo "puliti" per i fanatici di sonorità grezze, becere o sporche. Tra pregi e difetti questi ragazzi ci sputano contro la loro versione dei fatti. Il secondo full-length "The Sovereign" suona definitivamente sincero/compatto per quel che riguarda la componente diretta, mentre l'elemento 'core' compare qua e là, quasi di ripiego. Saranno apprezzati da alcuni metalheads, i restanti vedranno l'ennesima formazione in lotta per la propria credibilità in un'affollata scena sempre più ripiegata su se stessa. In conclusione: da parte mia la volontà di segnalarveli, poi, sarete voi a tirare le somme.

Contatti: facebook.com/Ferocity666 - ferocity.bigcartel.com

TRACKLISTING: ... And the Rest Is Silence, Chain of Command, Human Game, Son of Sam, XIIth Legion, Abrupt Desolation, The Sovereign, Blind Disciple, No Rest for the Wicked, Blood Trophy.


Nessun commento:

Posta un commento