venerdì 12 ottobre 2018

Recensione: A STORM OF LIGHT "Anthroscene"
2018 - Translation Loss | Consouling Sounds | Daymare




Josh Graham (ex-Neurosis) ha saputo cementare la propria reputazione nel panorama metal ma soprattutto l'anima minacciosa degli A STORM OF LIGHT, tutto ciò nell'ottica di un abbattimento delle barriere mentali/sociali. Difficile, dunque, non rimanere attratti dalla musica inarrestabile dei Nostri, giunti al quinto disco in undici anni di attività. Gli A Storm of Light non vogliono ripetersi, e anche se la loro proposta ha ormai preso una direzione definitiva trova sempre la spinta giusta per tirar fuori nuova rabbia sonica, per dar vita a un "unicum" che trasmetta emozioni ruvide, mai accomodanti, potenziate in relazione alla consapevolezza. A colpire a certi livelli, oltre alla densità magnetica del suono racchiuso in "Anthroscene", è l'impatto delle tematiche dei testi, ficcanti e senza filtri. Rispetto al precedente "Nations To Flames" la marcia è più lenta, destabilizzante, e concentrata a sorreggere l'insieme dei vari concetti. Il giudizio finale dice di un disco che si impone con risolutezza perché ricco di drammatiche, intriganti suggestioni. Fatelo vostro senza nessun indugio.

Contatti:
astormoflight.bandcamp.com/album/anthroscene
astormoflight.com
facebook.com/astormoflight 

TRACKLIST: Prime Time, Blackout, Short Term Feedback, Life Will Be Violent, Slow Motion Apocalypse, Dim, Laser Fire Forget, Rosebud






Nessun commento:

Posta un commento