martedì 16 aprile 2019

I MAIALI "Cvlto" - Overdub Recordings




Fin dall'iniziale "Ave" è il noisecore a farla da padrone! Riff dissonanti e rabbiosi che vanno a scontrarsi con una sezione ritmica secca e insistente, con il cantanto invasato di Francesco Foschini a sublimare il desiderio di nutrire o di nutrirsi atraverso un suono acuto bagnato dal sudore, e messo in vetrina da una successione serrata di continui cambi di tempo che lasciano alle emozioni più sofferte lo spazio necessario per la narrazione. Ma la sofferenza è dappertutto, testi in italiano compresi. L'immaginario celebrato dai I MAIALI analizza senza mezze misure quel malessere irreversibile che ci accomuna un po' tutti. "Cvlto" è sinonimo di malattia sociale: in pratica incarna il cinismo di quattro musicisti pronti a calpestare la negatività per estendere la loro determinazione. Il disco di debutto, nel suo susseguirsi di interazioni lancinanti, assimila perfettamente la lezione più angosciosa impartita dai Fudge Tunnel e dagli Unsane degli esordi, senza però risultare monotono, o peggio, frustrante. E' tutto maledettamente serrato e scabroso in "Cvlto". I fatti ci dicono di una realtà musicale lucida e concreta, con una scrittura da elogiare. Prodotto, registrato e mixato da Phil Liar presso i Monolith Recording Studio, masterizzato da Jerome Gudman nei Mistery House Sound Studio.

Contatti: 
imaiali.bandcamp.com/album/cvlto
facebook.com/imaialiband

Songs:
Ave, Demone, Altari, Danza Come Manson, cVlto, Carne, INRI, Heil, Abbandono, X


Nessun commento:

Posta un commento