giovedì 7 novembre 2019

ZORA "Mad-e in Italy" - Autoproduzione




Nati a Vibo Valentia nel 2003 gli ZORA rappresentano il tipico modello della band di genere: fedelissimi alla causa e intransigenti come il brutal death metal comanda. Il trio calabrese, giunge al terzo EP in sedici anni di attività nell'underground, senza però dimendicare le altre loro release pubblicate nel tempo: un demo, due album, e due singoli/split. Per l'occasione i deathster in questione hanno volutamente deciso di dare sfogo ad un concept scegliendo di reinterpretare tre brani specifici: "Hard Times" (Cro-Mags), "United Forces" (S.O.D.) e "Beat the Bastards" (The Exploited). Camminare sul filo della lama per infierire contro le devianze repressive, razziste e intolleranti che soffocano la nostra Nazione (le voci scelte per il lungo intro raccontano l'atmosfera generale del breve lavoro). La musica estrema deve colpire le fedi politiche o discriminanti, e qui il gruppo ci tiene a ribadire espressamente questo punto. Insomma, il death usato come arma per urlare musicalmente e concettualmente! Perché se la negatività è ovunque nella vita di tutti i giorni, quella stessa negatività a molta gente da la possibilità di esprimersi positivamente per concretizzare la propria volontà. L'attuale lineup vede coinvolti tre musicisti con una storia importante alle spalle: il bassista/cantante Tato (Antipathic, Glacial Fear, Unscriptural, ex-Humangled, ex-A Buried Existence, ex-Schizo, ex-Shadow of Soul), il batterista Giampiero Serra (Deathcrush, ex-Necromessiah), il chitarrista Gianluca Molè (Gracial Fear, Bastardi, Lupercalia, Minervium, ex-Desecration, ex-A Buried Existence, ex-Bretus. Registrato e mixato da quest'ultimo nel suo Soundfarm Recording Studio di Catanzaro.

Contatti: 
zora.bandcamp.com/album/mad-e-in-italy-new-ep-2019
facebook.com/Zoraband

Songs:
Hard Times (Cro-Mags cover), United Forces (S.O.D. cover), Beat the Bastards (The Exploited cover)


Nessun commento:

Posta un commento