giovedì 5 novembre 2015

Recensione: TROUM | RAISON D’ÊTRE "De Aeris In Sublunaria Influxu"
2015 - Yantra Atmospheres




Peter Andersson, mente e cuore pulsante del progetto RAISON D’ÊTRE, oltre ad essere uno dei maestri indiscussi della scena dark ambient/industrial è un artista geniale in continuo divenire. Attivo fin dagli inzizi dei novanta, il compositore svedese non ha mai spezzato il filo metallico che innegabilmente lega i suoi tanti lavori pubblicati nel tempo. In questo è un maestro. Conoscendo le proprie grandi potenzialità, Peter riesce ad agire sulla sua musica con quel piglio fortemente radicato nell'istinto, nell'improvvisazione, nell'immediato; un approccio "informale" che unisce i suoi seguaci nell'indissolubilità. "De Aeris In Sublunaria Influxu" è il risultato di una lunga collaborazione con il duo tedesco TROUM, dutata dal 2011 al 2014. L'opera è l'inizio di un nuovo, eccitante, esperimento. L'obiettivo principale è, lo stesso di sempre: produrre delle sonorità di qualità. Materia/antimateria: si tratta della lotta tra oscurità e luce. Entrambi gli individui si compensano e si completano. Con le 7 tracce, Troum & raison d’être ci mostrano gli abissi nascosti dell'anima. Una personalissima e unica combinazione di atmosfere penetranti. Capolavoro.

Contatti:

webshop.raison-detre.info/de-aeris-in-sublunaria-influxu
troum.com
raison-detre.info
facebook.com/Troum.Bremen
facebook.com/raisondetreofficial

TRACKLIST: Folia, Alio Tempore, Oculum Mundi, Atmosphaera, Meditationum, Flammae, Ad Infinitum


Nessun commento:

Posta un commento