lunedì 7 novembre 2016

Recensione: WHIPSTRIKER "Only Filth Will Prevail"
2016 - PRC Music | Morbid Tales Records | Goatprayer Records




Il verbo musicale dei Motörhead ha contagiato la carriera dei brasiliani WHIPSTRIKER, capaci di proporre un heavy/speed metal grossolano, ossuto e lubrificato con litri di sudore olezzante di melma. Nessuna concessione alla tolleranza in "Only Filth Will Prevail", alimentato da un'attitudine ferrea, combattiva e intransigente. Questi musicisti di Rio de Janeiro scatenano violenti movimenti della testa che inevitabilmente vi faranno venire il torcicollo; soprattutto se siete dei fedeli sostenitori di tali sonorità. I titoli dei brani non hanno bisogno di particolari commenti, perché a volte basta leggere per rendersi conto di quale possa essere il significato che si cela dietro di essi. A partire dall'opener "Waiting for the Doomsday" i Whipstriker preservano anche il risultato ottenuto dal trapianto combinato di Venom e Bathory. C'è da dire che non si sono mai arresi durante la permanenza sulle scene, malgrado il loro becero sound non attribuisca importanza all'originalità. I nostri agiscono per sbandierare ai quattro venti il proprio credo, fottendosene del pensiero dei meno tradizionalisti. Se ciò può bastarvi, alzate il volume e il dito medio della mano.

Contatti: 

whipstriker.bandcamp.com/only-filth-will-prevail-new-album-2016
facebook.com/Whipstriker

TRACKLIST: Waiting for the Doomsday, Satan' Slave, Nuclear Metal Blood, Eletric Bloodbath, Flames of Hate, Flag of Cruelty, Armless Dance, Death Vigilance (Warfare cover), Armageddon Delight


Nessun commento:

Posta un commento