domenica 20 aprile 2014

Recensione: POSEIDON "Infinity"
CD 2014 - argonauta records




I russi POSEIDON sono una band molto strana, difficile da descrivere con semplici parole... in tutto questo il loro modo di concepire musica non manca di sprigionare un certo miscuglio interessante. "Infinity" non ha fatto altro che rinforzare in me questo concetto. Fatte le premesse, è innegabile che il gruppo abbia sicuramente una buonissima personalità e un sound veramente variegato. Questa singolarità fa trasparire tutte le imprescindibili caratteristiche di ogni singolo. Il sound dei nostri si intreccia su componenti post metal / avant-garde / atmospheric, ma ciò che conta veramente è che il mix di emozioni riversato nelle viscere della terra sappia dare vigore alla struttura generale del lavoro. Si intuisce da subito che per i Poseidon la cosa importante è quella di far confluire diversi mood all'interno di ogni song. Tra queste non so quale sia la più importante, anche perché di spunti degni di nota ce ne sono molti (citerei "Lunar Song", "Lotuses Burning In The Fire Of Hell", "The Death Of The Second Titan (Jaggernaut)" tra le mie preferite). Questi 4 musicisti non sono assolutamente degli sprovveduti e, bisogna affermarlo con una certa tempestività. Di certo, i Poseidon si muovono attraverso canali che non accolgono pienamente i miei gusti personali, ma nonostante ciò, ho potuto constatare come siano stati abili nel creare un disco di qualità, atmosferico e abbastanza ispirato. Disponibile su digisleeve in tiratura limitata (300 copie), pubblicato dalla nostrana Argonauta Rec.

Contatti: poseidonrage.com - argonautarecords.com

TRACKLISTING: The Death Of The First Titan, Lunar Song, Through The Ages, Tideland, Lotuses Burning In The Fire Of Hell, You Are Not Alone, The Death Of The Second Titan (Jaggernaut), The Death Of The Third Titan, When Oceans Leave Their.


Nessun commento:

Posta un commento