martedì 10 luglio 2018

Intervista: LIK - "IL SECONDO MASSACRO"






GLI SVEDESI LIK STUPISCONO ANCORA USCENDO CON UN DISCO DAL FEELING MOLTO RETRO', UN LAVORO CHE FARA' FELICI TUTTI I FAN DELLO SWEDISH DEATH METAL. CON "CARNAGE" L'HEADBANGING E' ASSICURATO! IL BATTERISTA CHRIS BARKENSJO HA RISPOSTO ALLE MIE DOMANDE.

1. Ciao Chris. Sono trascorsi tre anni dal precedente album di debutto ma il vostro sound non ha subito cambiamenti rilevanti. Avete dimostrato coerenza e passione per il death metal di stampo svedese, ecco perché oggi si può dire che "Carnage" è un lavoro solido che presenta lo stesso feeling dei primi album del genere. Sei soddisfatto delle nuove canzoni? Pensi siano migliori di quelle presenti in "Mass Funeral Evocation"?

- Siamo orgogliosi e soddisfatti di "Mass Funeral Evocation" perché è un disco molto solido. Ovviamente, in maniera naturale, abbiamo cercato di scrivere un nuovo album che potesse essere migliore del precedente, e penso che "Carnage" lo sia.

2. Quali sono gli aspetti del nuovo disco che preferisci maggiormente?

- Sicuramente il suono, ma anche la struttura delle canzoni. È un album potente, e la copertina è semplicemente fantastica. Riddick è un artista incredibile, per non dire altro.

3. I Lik mi hanno sempre impressionato per la capacità di combinare tutti gli elementi dello swedish death metal, creando una convincente rilettura di ciò che venne fatto tra la fine degli anni '80 e gli inizi dei '90. A tal proposito volevo sapere cosa hai da dire sul processo compositivo che ha portato alla creazione di "Carnage". Ci sono canzoni che preferisci nel nuovo album?

- Il processo compositivo è stato simile a quello per il precedente album in studio. L'unica differenza è che per questo disco Lawrence Mackrory ha lavorato con il produttore Daniel Bergstrand presso il Dug Out Studio, e siamo stati fortunati di questa importante collaborazione. Batteria e chitarre ritmiche sono state registrate dal vivo, poi abbiamo aggiunto il basso, gli assoli e le voci. Quello che si può ascoltate sugli album dei Lik è ciò che potrete ascoltare in un nostro live. Per quanto riguarda le mie canzoni preferite, posso dirti che variano di volta in volta. Citerei "To Kill", "The Deranged" e "Celebration of the Twisted".


4. Ho apprezzato il video musicale per la song "Dr. Duschanka". Ho subito pensato che il riff di apertura sia in perfetto stile Entombed/Dismember. Sicuramente una scelta voluta come tributo ai vecchi classici!

- La canzone è senza ombra di dubbio in stile Dismember. Ma sì, ogni cosa che facciamo è un omaggio alla vecchia scuola del death metal svedese, e non lo abbiamo mai negato. Cerchiamo solo di tenere più in alto possibile la "bandiera dell'odio".

5. Ti ha mai infastidito il fatto che molta gente abbia considerato i Lik come una "band clone" di gruppi storici come Entombed e Dismember?

- No, per niente. Come ho detto poc'anzi, la nostra musica è tutt'ora un tributo a band quali Dismember ed Entombed. L'amore e il rispetto per i Dismember sono i motivi principali per cui abbiamo deciso di iniziare a suonare come Lik.

6. Pensi che la vostra proposta musicale possa in qualche modo evolversi nel futuro prossimo?

- No. Ci piace il modo in cui suoniamo, quindi perché cambiare? Creare la nostra musica è una grande soddisfazione, anche perché possiamo metterla in relazione con i nostri eroi di sempre, per così dire. È difficile da spiegare, ma non vorremmo essere diversi da ciò che siamo.

7. Quali batteristi ti hanno ispirato nell'arco della tua carriera?

- Le mie influenze principali sono Dave Lombardo, Nicke Andersson, Eric Carr e Per Möller Jensen. Mi ispiro anche a molti altri batteristi, ma questi sono i miei preferiti. Batteristi fantastici.

8. Qual è stato l'ultimo album che hai acquistato? Che cosa hai ascoltato di recente?

- L'ultimo album che ho comprato è "The Satanist" di Behemoth, se ricordo bene. So quello che mi piace e gran parte degli album che preferisco li ho acquistati negli anni '90, quindi tutto è al suo posto. Hahahahaha! Recentemente ho ascoltato gli ultimi dischi di Cannibal Corpse, Immortal, Twelve Foot Ninja, FKU, Judas Priest, Dreadful Fate, Gruesome...

9. Cosa ti piace della musica estrema?

- L'aggressività, la passione, la forma d'arte e gli aspetti brutali di essa. Ci sono tanti modi per esprimere la musica estrema, ed è per questo motivo che diventa un flusso in continua crescita. ;)

10. Grazie per l'intervista! Ti auguro il meglio!

- Grazie per l'interesse dimostrato nei confronti dei Lik.


CONTATTI:  
likofficial.bandcamp.com/album/carnage
facebook.com/LIKofficial

LIK line-up:

Chris Barkensjö - Batteria, Voce
Tomas Åkvik - Voce, Chitarra
Niklas "Nille" Sandin - Chitarra, Basso

RECENSIONE: 
LIK "Carnage" 2018 - Metal Blade Records




Nessun commento:

Posta un commento