sabato 2 febbraio 2019

MZ.412 "Svartmyrkr" - Cold Spring




Un altro Mostro è nato dagli incubi e deliri degli svedesi MZ.412, che tornano con un nuovo full-length dopo tredici anni di apnea nel buio, e la sua origine è presentata dall'inquietante raffigurazione che Nordvargr, Ulvtharm e Drakhon hanno deciso di utilizzare come artwork di copertina. L'opera visionaria degli MZ.412 accosta in un unico luogo mentale i cruenti e distruttivi orrori di cui anche oggi si fanno portavoce, e in ciò riescono sorprendentemente a convincere! Ci si sente realmente al cospetto delle orride entità evocate dal rituale e si finisce per provarne rispetto. L'onda d'urto generata dal loro black industrial rade al suolo ogni cosa. Nel tempo gli MZ.412 sono diventati dei compositori di culto, soprattutto tra tutti gli ascoltatori, musicisti e addetti ai lavori che seguono tale corrente musicale, e che nel loro habitat trovano evidentemente una precisa rispondenza ai propri tormenti più pregnanti. E' inutile porsi delle domande, questa è la chiave di lettura dei Nostri: un patriarcato di terrore. La negatività è difficile da gestire, perchè può essere anche sinonimo di autodistruzione. Ma è pur sempre una reazione. La negativtà provoca reazioni ed è un denominatore universale. L'ossessiva minuzia mostrata in ogni brano di "Svartmyrkr" si lega con l'agghiacciante forma delle visioni. I tre scandinavi compongono, modificano, distruggono e infine ricompongono secondo una sorta di "trance" allucinata le sfaccettature delle loro idee malate, conferendo fisicità ad atroci emozioni interiori rese schiave dalla sofferenza, angoscia, rabbia e violenza. Solo le riflessive note di "Burn Your Temples, True Change", per soli cinque minuti, cercano di domare le incombenti fiamme alimentate dall'intero lavoro. Implacabile CAPOLAVORO!

Contatti: 
coldspring.bandcamp.com/album/svartmyrkr-csr257cd-lp
facebook.com/MZ412official

Songs:
Äntra Helstraffet, Öppna Hegrind, Codex Mendacium, Ulvens Broder, Helblar, Ulvens Bleka Syster, Burn Your Temples, True Change, She Who Offers Sorrow, We Are Eternal, Lokastafr Ablaze With The Thorns Of Death


Nessun commento:

Posta un commento