lunedì 4 febbraio 2019

ASHTORETH "Rites I & II"- Cyclic Law




L'artista Peter Verwimp ha bisogno di rinunciare alla logica razionale e sconvolgerla nell'atto del comporre, per far emergere e modellare lentamente suoni astratti provenienti dal suo sentire interiore, attraverso la potenza dell'inconscio in musica che assurge alla grandezza di un'esperienza purificatrice e redentrice: ad una condizione bilaterale sotteranea capace di trasformare le infinite empiriche vicissitudini, in monocromatica vicenda dell'uomo immerso in un paesaggio già pregno di inquietudini. Il flusso sottile e narrativo di "Rites", racconta di quella condizione che trascende la normalità, che pone l'esistenza in uno stato sconosciuto, anch'esso all'oscuro dei propri esiti. La centralità assunta dal compositore, la sua multiforme apparizione, rafforzano sia l'evidenza di questa presenza da protagonista che la personalità inusuale e avvolgente. ASHTORETH si manifesta con vertiginosa lucidità, dimostrando come si può modificare l'estraneità del reale. Il musicista belga propone un suono particolarmente evocativo, fondendo insieme drone e ambient music.

Contatti: 
cycliclaw.bandcamp.com/album/rites-i-ii 
facebook.com/ASHTORETH

Songs:
Rite I, Rite II


Nessun commento:

Posta un commento