martedì 10 gennaio 2017

Recensione: IRON REAGAN "Crossover Ministry"
2017 - Relapse Records




Dopo un demo, due studio album, un EP e due split (con Exhumed e Toxic Shock), gli americani IRON REAGAN, capitanati dal cantante Tony Foresta (Municipal Waste), vedono premiata la loro attitudine crossover/hardcore punk grazie all'assiduo sostegno di una label come la Relapse Records. La coerenza stilistica ha voluto anche che questo nuovo disco diventasse il miglior lavoro della carriera dei musicisti di Richmond. Il quintetto, infatti, è stato in grado di comporre 18 tracce veramente incalzanti. Gli Iron Reagan mantengono inalterato lo stile che li contraddistingue fin dal folgorante esordio del 2013 ("Worse Than Dead"), riuscendo ugualmente a risultare interessanti. "Crossover Ministry" è fluido e "in your face". Un vero e proprio must per gli amanti dei riff ereditati da quella band influente che furono gli S.O.D.

Contatti: 

ironreagan.bandcamp.com 
facebook.com/IRONREAGAN

TRACKLIST: A Dying World, You Never Learn, Grim Business, Dead with My Friends, No Sell, Condition Evolution, Fuck the Neighbors, Power of the Skull, Crossover Ministry, More War, Blatant Violence, Parents of Tomorrow, Bleed the Fifth, Megachurch, Shame Spiral, Dogsnotgods, Eat or Be Eaten, Twist Your Fate


Nessun commento:

Posta un commento