martedì 9 febbraio 2016

Recensione: WOLF DOWN "Incite & Conspire"
2016 - End Hits Records




L'incendiario "Incite & Conspire" ci fa capire perché Hatebreed, Madball e Terror siano stati importanti per i tedeschi WOLF DOWN. L'atteggiamento è molto chiaro e non fa una piega. Le influenze provengono dal migliore hardcore metallizzato. Non c'è nulla di nuovo o quantomeno di innovativo, ma i Wolf Down sanno punire l'ascoltatore. Piaceranno ai tanti seguaci di queste sonorità stradaiole. Scivolano via veloci e incazzate "Against The Grain", "Protect/Preserve", "Invisible War" e via via tutte le altre del lotto. L'esecuzione è impeccabile ed è stata potenziata dalla produzione curata nei minimi dettagli. Tutto da manuale. Le vocals si stabilizzano tra HC e metalcore, mentre i testi mantengono gli stessi temi politico-sociali. "Incite & Conspire" è sorretto da buone capacità strumentali, nè più nè meno. Il gruppo proveniente da Ruhrpott ha come migliore arma la violenza. Se questo può bastarvi, allora fatevi avanti. Penso di essere stato chiaro. Non ho altro da aggiungere.

Contatti: 

wolfdownhc.bandcamp.com/incite-conspire 
facebook.com/wolfdownhc

TRACKLIST: Barricade Fever, Against The Grain, Protect/Preserve, Invisible War, Flames Of Discontent, At Daggers Drawn, Incite, Conspire, True Deceivers, Torch Of Reason, The Fortress




Nessun commento:

Posta un commento