martedì 1 agosto 2017

Intervista: PHURPA - "UN NUOVO INIZIO"






SFRUTTARE L'ENERGIA DELLA PROPRIA ANIMA E' UN MODO PER CONOSCERE MEGLIO SE STESSI. CON ALEXEY TEGIN, MENTE DEI PHURPA, HO POTUTO INTRATTENERE UNA BREVE CHIACCHERATA SUL SIGNIFICATO DI CERTE PRATICHE MAGICHE.

1. Ciao Alexey. Grazie per la tua disponibilità. E' un onore parlare con te. Potresti presentare il progetto PHURPA ai lettori della mia webzine? Quando hai deciso di metterlo in piedi?

- I Phurpa sono un gruppo di persone che alimentano le antiche pratiche magiche. Nel corso di vent'anni mi sono avvalso di vari componenti. Tutto cambia in continuazione. I Phurpa sono come il vento.

2. Il Phurpa è un oggetto rituale piuttosto diffuso nei paesi asiatici. È un coltello costituito da tre lame e un'impugnatura, usato in particolari rituali tantrici. Il suo simbolismo è molto potente ed esso è considerato come una sorta di pugnale magico capace di domare e sconfiggere anche i più terribili demoni. Perché è così importante la sfera concettuale della tua musica? Suoni e significati viaggiano in parallelo?

- Lo Yidam è l'oggetto ritualistico associato all'aspetto dell'attività meditativa e del suo grande potere. L'energia sonora è una manifestazione di questa forza.

3. Come componi la tua musica? È qualcosa che nasce spontaneamente o hai bisogno di un umore specifico per dare forma a certe emozioni/vibrazioni? Da dove provengono le influenze che determinano il lato spirituale delle composizioni? Ci sono dei luoghi che stimolano la tua immaginazione?

- Non siamo musicisti che si riuniscono per scrivere canzoni. Il nostro suono è qualcosa di sconosciuto che emerge dal profondo. Noi entriamo in un'altra dimensione durante l'azione. La coscienza viene trasferita in un altro spazio.



4. Cosa puoi dirci sul vostro ultimo "Gyer Ro". Sei soddisfatto della promozione della Cyclic Law e della vostra collaborazione?

- Tutto procede bene. Diverse etichette hanno dimostrato interesse nei confronti dei Phurpa, e a giudicare dalle proposte arrivate, mi sembra di capire che alcuni individui hanno la necessità di affrontare dei viaggi magici.

5. Come definiresti la potenza espressiva dei Phurpa?

- Abbiamo investito tutte le nostre forze nel suono dei Phurpa e credo che ciò attrae la gente.

6. Riguardo le vostre performance dal vivo: che esperienza volete creare per il pubblico?

- A volte mi sento come un terrorista che occupa la mente dei nostri ascoltatori. I Phurpa possono anche essere visti come un foglio di carta su cui tutti possono scrivere una storia diversa.

7. Le ultime parole le lascio a te...

- Si può fare più di quanto si può.


CONTATTI:

cycliclaw.bandcamp.com/gyer-ro
phurpa.bandcamp.com 
cycliclaw.com 


RECENSIONE:
Recensione: PHURPA "Gyer Ro" 2017 - Cyclic Law




Nessun commento:

Posta un commento