martedì 17 aprile 2018

Recensione: SEPTIC TANK "Rotting Civilisation"
2018 - Rise Above Records




Quando la vecchia scuola torna alla carica c'è poco da fare. In questo caso stiamo parlando di Lee Dorrian (With The Death, ex-Cathedral, ex-Napalm Death) e di un altro veterano della scena metal: Scott Carlson dei Repulsion. I due, uniti dall'amicizia e da una profonda passione per l'hardcore/punk d'annata, decisero nel 1994 di stabilire un sodalizio artistico che risponde ancora oggi al nome di SEPTIC TANK. Il tanto agognato "Rotting Civilisation" è destinato a tutti coloro che vorranno passare 40 minuti all'insegna di un suono dal piglio nevrotico e "in your face". I Nostri seguono la strada già calcata all'epoca dai Discharge, ma risultando più convincenti di quanto possiate mai immaginare. La stessa produzione resta fedele alla tradizione degli eighties/nineties. "Rotting Civilisation" non è che un nuovo attacco frontale contro questo fottuto sistema. Se siete appassionati del genere, potete andare sul sicuro. I Septic Tank ci parlano di realtà e cose tangibili. Missione compiuta!

Contatti: 
facebook.com/septictankuk

TRACKLIST: Septic Tank, Who, Victimised, Social Media Whore, Divide And Conk Out, Treasurers Of Disease, Fucked, Whitewash, Death Vase, You Want Some, Digging Your Own Grave, Danger Signs, Walking Asylum, Lost Humanity, Never Never Land, Self-Obsessed, Living Death, Rotten Empire




Nessun commento:

Posta un commento