sabato 2 maggio 2020

BIOHAZARD "State of the World Address" - Warner Bros.




"State of the World Address" dei newyorkesi BIOHAZARD usciva nel maggio del 1994 via Warner Bros. Nel mese corrente festeggia il 26° anniversario della sua pubblicazione. Venne prodotto da Ed Stasium e registrato presso gli A&M Studios a Hollywood, California. Sono conosciuti per essere stati tra le prime formazioni a concatenare elementi dell'hardcore punk, metal e hip hop in maniera del tutto personale, incisiva e convincente. In quegli anni la scena hardcore di New York era alimentata dall'operato di gruppi veramente incazzati e agguerriti (Cro-Mags, Agnostic Front, Sick of It All, Madball...), tant'è vero che si trovarono spesso a condividere lo stesso palco. Tornando a parlare delle succitate contaminazioni provenienti dal rap, su questo terzo album in studio troviamo la partecipazione straordinaria dell'artista californiano Sen Dog dei Cypress Hill nel brano "How It Is" (del quale fu prodotto anche un videoclip), ma bisogna anche ricordare che la band aveva già scritto qualcosa di simile per la canzone inedita intitolata "Judgment Night", realizzata insieme agli Onyx per la colonna sonora del film "omonimo" messo in commercio nel 1993 (in Italia la pellicola è conosciuta come "Cuba Libre - La notte del giudizio"), senza dimenticare della loro collaborazione nella versione alternativa di "Slam" degli stessi rapper newyorkesi. Sempre nel 1993 il gruppo decise di lasciare la Roadrunner Records per passare alla Warner Bros. Records, ed è proprio con quel nuovo contratto discografico che riuscirono a compiere il definitivo salto di qualità, ottenendo velocemente una maggiore esposizione "commerciale" (se possiamo dirla così). Rispetto ai primi due lavori "Biohazard" (1990) e "Urban Discipline" (1992), la band fu capace di ampliare i confini del proprio sound rendendo più articolato e ragionato l'intero songwriting, ma senza snaturare il solido, rabbioso trademark che aveva reso celebre il nome dei Biohazard. I testi raccontano di esperienze personali e delle condizioni di vita nei ghetti di New York. Sicuramente, la musica racchiusa nei primi tre dischi della loro carriera ha fatto da apripista all'ondata "nu metal" statunitense della metà degli anni '90, e qui si potrebbero chiamare in causa i Deftones con "Around the Fur" (1995), i Limp Bizkit di "Three Dollar Bill, Yall$" (1997) e i Korn del debutto targato ottobre 1994. Per quanto riguarda alcuni decisivi cambi di line up, il chitarrista Bobby Hambel decise di lasciare i Biohazard dopo il tour di supporto al disco, per poi ritornare nel 2012 durante la realizzazione del nono capitolo discografico "Reborn in Defiance", mentre Evan Seinfeld, cantante/bassista e membro fondatore del progetto, ha concluso l'attività con la band nel 2011. Dal mio punto di vista, "State of the World Address" è il capolavoro "imprescindibile" dei Nostri, mai più eguagliato. Un pezzo di storia della musica crossover anni '90. Pubblicazione: 24 maggio 1994



Formazione (da sinistra a destra):
Bobby Hambel - chitarra
Billy Graziadei - chitarra, voce
Danny Schuler - batteria
Evan Seinfeld - basso, voce

Contatti: 
last.fm/it/music/Biohazard 
facebook.com/BiohazardDFL



Nessun commento:

Posta un commento