venerdì 4 ottobre 2019

VISIONS "Temples" - Cyclic Law




"Temples" rappresenta non solo un fedele riassunto della spiccata creatività del compositore canadese Frederic Arbour, ma anche una chiave di volta con cui interpretare questo ultimo concept immerso in una realtà tridimensionale che delinea uno stretto legame tra anima e spiritualità: dualismo inscindibile in uno specifico contesto sonoro ai confini del drone dark ambient. Il tessuto narrativo dell'album è diviso in sette atti dissimili ma complementari fra loro, pertanto il battito compulsivo dei suoni, delle melodie (maggiori rispetto al passato) e dei rumori rimane fervente fino alla fine. Un modo di fare musica strumentale forse poco flessibile per molti ascoltatori, eppure il modus operandi di Visions è in perfetta linea con quanto già ascoltato nei suoi precedenti "Lapse", "Summoning The Void", e più recentemente nel disco nato dalla collaborazione con i russi Phurpa, che ha portato allo stesso artista una moltitudine di meritati elogi. "Temples" è un’opera inevitabilmente destinata a polarizzare l’opinione degli appassionati del genere in questione, in cui coesistono passione, trasporto, introspezione. La conferma della maestria di Frederic Arbour dietro la macchine digitali e del suo innegabilmente talento di raccontarsi. Un applauso per colui che oltre a nutrire la propria efficace esperienza artistica, da anni gestisce l'ormai affermata Cyclic Law Records.

Contatti:
cycliclaw.bandcamp.com/album/temples
cycliclaw.com
facebook.com/cycliclaw
instagram.com/cycliclaw

Songs:
Traces, Murmur, Lamentation, Ultima, Temples, Aura, Continuum


Nessun commento:

Posta un commento