lunedì 23 aprile 2018

Recensione: UNRAVEL "Eras Of Forfeit"
2018 - Life.Lair.Regret. Records | Testimony Records




Tanto folli quanto tecnici e brutali, gli australiani UNRAVEL tornano a far parlare di sé, questa volta per la pubblicazione del loro primo album "Eras Of Forfeit", che segue di due anni il precedente EP digitale "Final Dawn". Molti di voi si saranno già fatti un'idea del genere suonato dai Nostri osservando l'artwork realizzato dal rinomato artista inglese Dan Seagrave. A prescindere da ciò, la verità è una sola e va detta: al di là della bellissima copertina, questo è un disco che riprende, per filo e per segno, le simmetrie e le solide strutture del death metal suonato con veemenza tradizionalista. Undici schegge impazzite che sembrano arrivate direttamente dagli archivi degli anni novanta, undici composizioni dove l'impatto incendiario del songwriting cammina a braccetto con l'oscurità. Non c'è nulla, ma proprio nulla di diverso rispetto a quanto si faceva un tempo, lo stile degli Unravel si nutre delle stesse atmosfere. "Eras Of Forfeit" è fedele alle origini del genere, e riascoltandolo più volte, ti fa rivivere certe "immortali" sensazioni, anche se con canzoni scritte e registrate nella contemporaneità. Gli Unravel non deludono, sfornando un prodotto vigoroso, dinamico, decisivo. Di sicuro vale la pena di essere acquistato.

Contatti: 
unravelmetal.bandcamp.com/album/eras-of-forfeit-lp
facebook.com/unravelmetal

TRACKLIST: Arbitrator, No Validation for Violation, Reign of Wasps, Carcinogenesis, Sycophant, Isle of Rot, Perpetual Servitude, Scorched, Fostering the Festering Spawn, Mortal's Thrist, Vermankind


Nessun commento:

Posta un commento