mercoledì 7 febbraio 2018

Recensione: RAPTURE "Paroxysm of Hatred"
2018 - Memento Mori




In un mercato discografico che giornalmente vomita giovani talenti, è positivo constatare l'entusiasmo dei RAPTURE, una formazione attiva dal 2012 e che, dopo aver già dato alle stampe tre EPs, uno split album con i brasiliani Toxic Carnage e un primo album datato 2015 (intitolato "Crimes Against Humanity"), non ha alcuna intenzione di togliere il piede da quel maledetto acceleratore. Anzi, a giudicare da "Paroxysm of Hatred", l'onda d'urto generata dai quattro greci sembra addirittura ingigantirsi, e con essa anche il suo impetuoso impatto frontale. Ogni singola nota, ogni singolo passaggio riporta in mente gli anni '80, il periodo d'oro del thrash metal. Un disco che rade al suolo qualsiasi cosa gli si ponga davanti, poichè alla base di tutto c'è un'insaziabile sincerità d'intenti. Avanti così Rapture!

Contatti:
rapturegreece.bandcamp.com/album/paroxysm-of-hatred 
facebook.com/ThrashRapture

TRACKLIST: Thriving on Atrocity, Vanishing Innocence, Redemption Through Isolation, Paroxysm of Hatred: Procreation, Misanthropic Outburst, Taken by Apathy, Quintessence of Lunacy, Paroxysm of Hatred: Revelation


Nessun commento:

Posta un commento