mercoledì 8 novembre 2017

Recensione: NATVRE'S "Early Cvlts"
2017 - Argento Records




Continua ininterrotta la rielaborazione del black metal sound, così oggi mi trovo a parlare dei greci NATVRE'S che due anni fa esordirono con il debutto "Wrath", album capace di far intravedere la loro bravura in fase di scrittura, tracciando un solco marcato sul terreno battuto dalle nuove leve del genere succitato. Le tracce di "Early Cvlts", oltre a bissare l'incisività delle precedenti, presentano delle interessanti novità: la complessità strutturale ha preso maggiore consistenza, come dimostrano i frequenti cambi di tempo, messi in atto da una band ancora più affiatata e convinta dei propri mezzi. I tre musicisti ellenici vogliono osare senza fallire, anche a costo di correre il rischio di risultare un po' "ostici" (concedetemi il termine, N.d.R). E direi che il risultato finale va ben oltre ogni immaginazione. I Natvre's non hanno perso tempo per illustrare lo spazio cupo e contaminato racchiuso in "Early Cvlts". Questo può bastare per rafforzare una posizione di tutto rispetto all'interno dell'attuale scena estrema. Davvero meritevoli.

Contatti: 
argentorecords.bandcamp.com/early-cvlts
facebook.com/natvres

TRACKLIST: Tundra, Night Of The Sun, Death Of The Earth, Early Cvlts, Geometrical Confuse, Prototype II, Something Deeper That Grows, Prehistoric Technology, Speleogenesis


Nessun commento:

Posta un commento