giovedì 23 novembre 2017

Recensione: EMBRYO "A Step Beyond Divinity"
2017 - Art Gates Records




Con "A Step Beyond Divinity", gli EMBRYO si confermano ancora una volta come una delle migliori realtà metal sul suolo italico. Rimanendo fedeli al proprio marchio di fabbrica, i cinque ragazzi di Cremona ci presentano infatti una serie di composizioni che mettono in evidenza una spiccata dose di creatività, a dimostrazione del fatto che il progetto Embryo vuole spingersi oltre i confini nazionali per raggiungere un maggiore numero di pubblico. La tracklist si divide perciò tra momenti aggressivi e altri dove i toni si fanno più melodici, sinfonici, atmosferici, nei quali è ancora possibile ascoltare alcune soluzioni molto vicine a band quali Death, Strapping Young Lad o Fear Factory. Del progressive death metal i Nostri ne possiedono la ricchezza di contenuti, ma di riflesso, riescono a non perdere di vista l'obiettivo di riuscire ad emozionare, mantenendo il controllo e l'equilibrio. Dal mio punto di vista, una grande prova di carattere per il quintetto tricolore. Consigliati!

Contatti:
embryo-online.com
facebook.com/EMBRYO.DeathMetal

TRACKLIST: The Same Difference, Overwhelming Your Disgust, Vanguard for the Blind, Painting Death, Looking for the Divine, Solitaria, Leonardo, The Greatest Plan, Bastard of the Brood, Mouth of Shame, Witness of Your Life, The Horror Carved


Nessun commento:

Posta un commento