mercoledì 23 novembre 2016

Recensione: VENEFIXION "Armorican Deathrites"
2016 - Iron Bonehead Productions




Bisogna riconoscere che in Francia non mancano gli adepti del culto del death/black metal oltranzista. Attualmente sono in tanti a fare tutto il possibile per imporre la propria rigida filosofia di vita attinente al modello dettato dai vecchi mentori del genere. I nuovi arrivati si fanno chiamare VENEFIXION, originari della Bretagna, regione situata nella zona nord-ovest della nazione transalpina. Dopo il primo demo 2015 "Defixio", il quartetto ha dato nuovamente alla Iron Bonehead Prod. la possibilità di stampare il loro nuovo EP. "Armorican Deathrites" rappresenta la vena maledetta di questi musicisti, con riff che mettono in evidenza il legame che unisce i nostri con le prime produzioni dei Morbid Angel, ma anche con i Possessed, Massacre, Morbid delle origini. Le tracce sono veloci, diaboliche, con una prova vocale davvero incisiva. La forte deflagrazione della sezione ritmica è davvero bestiale, come detto prima, dalla matrice prevalentemente old school. Se siete degli appassionati di tali sonorità, i contenuti battenti di "Armorican Deathrites" sapranno rapire la vostra attenzione. Seppur datato come stile, qui risulta essere funzionante alla perfezione.

Contatti:

venefixion.bandcamp.com/armorican-deathrites-2
facebook.com/Venefixion

TRACKLIST: Intro - Ar Vif (Le grimoire des Morts), An Ankou, Armorican Deathrites, Naia (The Black One)


Nessun commento:

Posta un commento