sabato 8 ottobre 2016

Recensione: LEFT CROSS "Hell Is Hell"
2016 - Anthems of The Undesirable | Vinyl Conflict




Se l'inferno è l'inferno (come dice il titolo di questo 7" di tre brani), il marcio è marcio, e tale rimarrà. Ecco gli indizi per capire bene quali siano le reali intenzioni dei LEFT CROSS, giunti al terzo EP a due anni dalla loro nascita, avvenuta a Richmond, Virginia. Il suono fetido messo in moto dai nostri (con spesse influenze old school death metal) è quanto di più corrotto c'è in circolazione, quindi siamo di fronte a una band consapevole dei propri gusti musicali, che si muove con convinzione in un fluido stagnante, e che non indugia a farci soffocare nell'orrore. "Hell is Hell" viene suonato in maniera rumorosa, con grezze variazioni che trasudano acrimonia da ogni poro; tutto ciò basta e avanza, per rimanere impietriti dinanzi a un grido lacerante nel cupo imperversare del dolore. Nel 7" la morte è utilizzata come metodo di narrazione. Non è nulla di nuovo, ma il nome dei Left Cross potrà fare la gioia dei veri deathster, quelli meno esigenti, tanto per intenderci.

Contatti:

leftcross666.bandcamp.com/hell-is-hell
facebook.com/leftcross666

TRACKLIST: Hell Is Hell, Necromunda, Desperate for Conquest


Nessun commento:

Posta un commento