sabato 1 ottobre 2016

Recensione: EVIL INVADERS "In For The Kill"
2016 - Napalm Records




Arrivano dal Belgio gli EVIL INVADERS, artefici di uno speed heavy/thrash metal puro e senza fronzoli, suonato all'insegna degli indimenticabili anni '80/'90. Lo spirito del mini LP "In For The Kill" sembra provenire da quelle decadi, e senza menzogna, mira dritto al cuore dei nostalgici. Consapevolmente o meno, i nostri riescono a incorporare leggere influenze provenienti dalla vecchia scuola punk. Nello specifico, gli Evil Invaders rimangono una band verace e dalle sonorità semplici ed essenziali, come avevano già dimostrato con l'album del 2015. Le due tracce inedite del nuovo EP (senza considerare "Pulses of Pleasure" e "Victim of Sacrifice", entrambre suonate dal vivo) provocano la fuoriuscita improvvisa di un liquido denso che, superando i limiti di infiammabilità, fa bruciare lo strato superficiale della pelle. Fulminanti i loro assoli di chitarra. Un altro passo decisamente riuscito per i quattro di Leopoldsburg, al di là dei gusti e criteri di giudizio personali di ognuno.

Contatti:

evilinvaders.be
facebook.com/evilinvaders

TRACKLIST: As Life Slowly Fades, Raising Hell, Pulses of Pleasure (live), Victim of Sacrifice (live)


Nessun commento:

Posta un commento