domenica 7 agosto 2016

Recensione: CADAVERIC POISON "Cadaveric Poison"
2016 - Metal on Metal Records




Finalmente ho avuto la possibilità di ascoltare un disco di old school death/thrash metal suonato con i controcazzi. Nei CADAVERIC POISON sono coinvolti tre veterani della scena estrema: il cantante Paul Speckmann (Master, Death Strike, ex-Abomination), Simon Seegel (chitarra, basso) e il drummer Felix Darnieder, entrambi attivi nei tedeschi Witchburner ed ex-Dangerous Force. Lo spirito esplicito e irriverente dei classici album degli anni 90 persiste nelle tracce di questo debutto omonimo messo in commercio dall'etichetta Metal on Metal Records, e si denota fin dalle prime battute che la passione per tali sonorità non conosce limiti, con tanto di riff/ritmi secchi ed impulsivi che li avvicinano a formazioni intoccabili come Autopsy, Deceased, Incantation, primi Obituary, ma anche ai Master, la storica band guidata dallo stesso Speckmann fin dagli inizi degli 80. "Cadaveric Poison" fa riemergere dalla viscere della terra le radici robuste del miglior retro death metal. Massimo rispetto!

Contatti: 

metalonmetalrecords.bandcamp.com/cadaveric-poison-cadaveric-poison
facebook.com/C.P.DeathMetal 

TRACKLIST: Cadaveric, The Few, Rollover, Fight for Evil, Forfeit the Race, Never Put All Your Stones in One Basket, Face the Whore, Bombs Away, Violence Breeds Violence, Poison




Nessun commento:

Posta un commento