venerdì 10 giugno 2016

Recensione: AFTER ALL "Waves Of Annihilation"
2016 - NoiseArt Records




"Waves Of Annihilation" é thrash metal fino al midollo, quello creato con passione, cuore e sudore, il vero metal dei bei tempi che furono. Ebbene sì, i belgi AFTER ALL non tradiscono le attese perché continuano a fare bene la musica che hanno sempre fatto fin dal lontano 1990. Il riffing è massiccio, ritmato, melodico; gli assoli impeccabili, i giri di basso roboanti, le martellate alle pelli secche, potenti, decise. Il tutto è accompagnato dalla bella voce di Sammy Peleman. La prova maiuscola di ogni singolo membro della band si dimostra fondamentale nel rendere "Waves Of Annihilation" un'opera valida. Muri di suono edificati per farsi venire il torcicollo. Il raffinato gusto compositivo rappresenta un fulgido esempio del talento e delle capacità di esecuzione di questo eccezionale quintetto proveniente dalla città di Brugges. Risulta davvero impossibile rimanere indifferenti di fronte alla fulminante "Rejection Overruled", caratterizzata da un giro iniziale di chitarra che ricorda i Testament di Chuck Billy. Questa song è da urlo, capace di coniugare alla perfezione potenza e dinamicità. Le successive "Target Extinction", "The Unusual Sin", oppure l'ottava "Lost In The Crowd" sono altre bordate adrenaliniche scritte e arrangiate per trasmettere quelle emozioni che il tempo passato non ha svilito. Il nuovo "Waves Of Annihilation" inquadra con efficacia l'attitudine sincera degli After All. L'artwork vede la firma di Repka. Un bel disco che potrà arricchire la vostra collezione personale.

Contatti:

afterall.be
facebook.com/afterallmetal

TRACKLIST: Rejection Overruled, Target Extinction, The Unusual Sin, Fall in Line, None Can Defy, First Class Terror, Restore to Sanity, Lost in the Crowd, After the Hurt Is Gone, Destructive Force


Nessun commento:

Posta un commento