venerdì 22 gennaio 2016

Recensione: OPPROBRIUM "Serpent Temptation" (Ristampa)
2016 - Relapse Records




Ancora una volta si ritorna indietro nel tempo, ed è la Relapse Records a condurci nuovamente nel lontano 1988, anno in cui venne dato alle stampe il mai dimenticato "Serpent Temptation" (Brutal Rec.), il debutto degli INCUBUS di New Orleans, conosciuti dal 2000 con il nome di OPPROBRIUM. Il gruppo fu fondato nel 1986 per mano dei fratelli Howards (Francis M. alla voce/chitarra e Moyses M. Howard dietro le pelli), entrambi nati in quel di Rio de Janeiro e successivamente trasferiti nella paludosa Louisiana. Questi due musicisti, accompagnati dal bassista Scott Latour, si fecero strada nell'underground d'oltreoceano a tal punto da meritarsi una larga fetta di aficionados. Perciò quando si pensa alle sonorità primordiali del death/thrash metal non si può assoltutamente ignorarli. Una band che è rimasta cruda e brutale fin dagli inizi. Ma a differenza di tante altre formazioni di quel periodo, gli Incubus sono stati dei veri condottieri, e non semplici mestieranti di un verbo già scritto; ecco perché, sono progressivamente riusciti a coniugare l'aggressività con una buona dose di groove e padronanza strumentale. L'intero album è stato rimasterizzato da Brad Boatright e include quattro bonus tracks del 1987 estratte dal loro demo. Non tradite la "fede", quindi acquistatelo.

Contatti:

opprobriumofficial.bandcamp.com/releases
facebook.com/opprobriumofficial

SONGS: The Battle Of Armageddon, Voices From The Grave, Sadistic Sinner, Incubus (Opprobrium), Blaspheming Prophets, Hunger For Power, Serpent Temptation, Underground Killers, Serpent Temptation (Demo), Sadistic Sinner (Demo), Voices From The Grave (Demo), Incubus (Opprobrium) (Demo)


Nessun commento:

Posta un commento