sabato 9 gennaio 2016

Recensione: GOD BODY DISCONNECT "Dredge Portals"
2016 - Cryo Chamber




L'americano Bruce Moallem, aka GOD BODY DISCONNECT, è l'unico compositore di "Dredge Portals", disco che mette in moto suoni glaciali forgiati in quella terra di mezzo che fa da ponte naturale tra dark ambient e drone music. Per avvicinarsi al suo mondo ci vuole tranquillità interiore e una precisa predisposizione mentale. Abbandonando totalmente il corpo e lo spirito si potrà capire, anche solo nel nostro piccolo, la dimensione in cui opera il musicista proveniente dal New Jersey. Dal punto di vista della produzione nessun difetto. I suoni, sebbene vicini alla sacralità degli stilemi su citati, trovano la ragion d'essere nell'immaginazione e nei ruoli psicologici che da essa si diramano. Nella diversità risiede il vero fascino. Consigliato!

Contatti:

cryochamber.bandcamp.com/dredge-portals
facebook.com/godbodydisconnect

TRACKLIST: Rise of the Dormant Host, The Reflection Tower, Descend with Demons, Heart of the Mirror's Abyss, Lost in the Astral World, Perpetually Devoured, Dreaming of Glaciers


Nessun commento:

Posta un commento