venerdì 18 dicembre 2015

Recensione: ALLSEITS "Chimäre"
2015 - Cyclic Law




In questo "Chimäre" la definizione sonora della musica viene assorbita e trasformata dallo spessore dell'atmosfera dipinta da Nina Kernicke, colei che si occupa di scrivere il materiale per ALLSEITS. L'ascoltatore potrà così abbandonarsi fino a smarrire la sua anima in un universo permeato di luci e ombre e mera desolazione. Il secondo disco, pubblicato da Frederic Arbour della Cyclic Law, è un lavoro vertiginoso tutto da scoprire. Ogni passaggio si nutre del caos interiore per alimentare un progetto dietro cui si cela un artista a tutto tondo. Nina è una compositrice esperta che merita attenzione. Sei brani sospesi tra ambient, drone, noise, martial e psichedelia. Non è un'opera di facile fruizione, ma se approfondita nel posto giusto e al momento giusto potrà dare delle belle soddisfazioni ai fan delle correnti stilistiche citate poc'anzi. Interessante.

Contatti:

facebook.com/All-Sides-Allseits
cycliclaw.com 

SONGS: Drown, In The Hills, Interlude, Monster, October, Sink In Sideways


Nessun commento:

Posta un commento