venerdì 2 ottobre 2015

Recensione: TREHA SEKTORI "The Sensation Of Being One Of Them"
2015 - Cyclic Law




Aumenta notevolmente il mio personale interesse per l'Arte sonora/visiva del compositore e graphic designer Dehn Sora (aka TREHA SEKTORI), forte dell'appoggio del canadese Frederic Arbour (Cyclic Law Rec.) e di diversi musicisti che, hanno già utilizzato le sue "incredibili" Opere visionarie (mi vengono subito in mente Funerary Call, Blut Aus Nord, Ulver, Otargos, Taphephobia, TeHÔM). Ma la grande fortuna di questo geniale compositore francese è quella di poter continuare a strutturare, in totale autonomia, delle colonne sonore perfette, utili per ampliare le ossessioni che lo tengono impriginato nel mondo delle ombre. La dimensione parallela da lui creata è vissuta nei suoi aspetti inquietanti da creature spaventose e ibride (umane–animali). "The Sensation Of Being One Of Them" si presenta sotto forma di libro illustrato (100 pagine), limitato a 300 copie. Non è tutto! A rendere davvero speciale il lavoro è questa collaborazione tra Dehn Sora, lo svizzero Sam Vaney (Muhd) e il norvegese Kristoffer Rygg (Ulver), quest'ultimo, messo in scena nel finale dell'unica traccia di 25 minuti ("The Sense of Dust and Sheer"). Tre anime inquiete capaci di segnare indelebilmente un contrasto ad alto tasso di emotività. Un diario delirante dipinto sulla base di esperienze personali e intime che fanno di Treha Sektori uno dei pilastri indiscussi nel circuito della musica dark ambient. In poche parole una rappresentazione tra le più originali mai prodotte nel XXI secolo.

Contatti: 

trehasektori.com
facebook.com/trehasektori 
dehnsora.portfoliobox.me
cycliclaw.com 

TRACKLIST: The Sense of Dust and Sheer


Nessun commento:

Posta un commento