domenica 11 ottobre 2015

Recensione: SHRINE OF INSANABILIS "Disciples of the Void"
2015 - World Terror Committee




E' nero come la pece il sangue che scorre nelle vene di questi SHRINE OF INSANABILIS, giunti al debutto discografico con "Disciples of the Void" e forieri di sonorità irrefrenabili. I 4 tedeschi non temono rivali, ecco perché ci vomitano addosso un disco elaborato e nevrotico, forgiato nelle fiamme dell'inferno. Se vuoi entrare nel Regno della Tenebra devi evocare il maligno svalutando qualsiasi forma di positività. L'esempio lampante di quanto possa essere importante costruirsi un marchio appropriato è rappresentato dalle composizioni racchiuse nella prima opera messa in commercio dalla World Terror Committee. Quella di "Disciples of the Void" è una realtà colma di misticismo oscuro. Quando ti immergi in un genere estremo come il black metal e spegni la tua mente razionale, puoi calarti in dimensioni sconosciute. Gli Shrine of Insanabilis rendono musicalmente viva la sensazione di assurdità, risvegliando tutte le angosce sepolte avulse ad ogni contesto temporale. Questo malessere parossistico, non vi abbandonerà facilmente. Siete stati avvertiti.

Contatti: 

wtcproductions.bandcamp.com/disciples-of-the-void 
facebook.com/ShrineOfInsanabilis
w-t-c.org

TRACKLIST: End All, Ruina, Acausal Paths, (...........), Invocation, Still of This Eart, Cycles and Circles, Acerbus, Omega


Nessun commento:

Posta un commento