domenica 25 ottobre 2015

Recensione: BLACK CAPRICORN | BRETUS - 7" Split EP
2015 - The Arcane Tapes




I cagliaritani BLACK CAPRICORN e i catanzaresi BRETUS sono due formazioni stabili nella scena doom metal italiana, forse culturalmente differenti dai gruppi blasonati del vecchio continente ma non meno validi se si ascolta attentamente il loro operato. Questi musicisti, in tal senso, rappresentano un punto di riferimento da non sottovalutare, un esempio concreto per stoppare i pregiudizi che si annidano in quegli appassionati che continuano ad osannare ciò che si produce oltreconfine. A dare man forte alla creatività sotterranea dei nostri ci pensa la rumena The Arcane Tapes, stessa etichetta di "In Onirica", il debutto dei calabresi uscito nel 2013. La musica qui proposta è un'immersione nell'oscurità dove le associazioni tra le linee mentali e le forze dell'ignoto assumono un valore decisivo. Le composizioni presenti nello split stampato su 7" (limitato a 300 copie) illuminano il riflesso degli interessi paralleli di entrambe le band. Oltre a questo bel dualismo sonoro/tematico, c'è da tenere in considerazione l'individualismo che insegue il loro spirito guida. Ho approfondito e apprezzato l'esposizione ritmica/atmosferica di "The Hound of Harbinger God" (Black Capricorn) e quella di "The Haunter of the Dark" (Bretus), perché sono convinto del fatto che le canzoni possiedano qualcosa di caratteristico e potenzialmente inarrestabile. La relazione tra competenza professionale e crescita artistica sta alla base delle buone prestazioni. Complimenti. Evergloom Arts ha curato l'artwork.

Contatti:

facebook.com/BlackCapricorn666
facebook.com/BretusDoom

TRACKLIST:

Side A: The Hound of Harbinger God (Black Capricorn)
Side B: The Haunter of the Dark (Bretus)




Nessun commento:

Posta un commento