martedì 15 settembre 2015

Recensione: VOID OF SLEEP "New World Order"
2015 - Aural Music




Cosa rende speciale un gruppo come i VOID OF SLEEP? La risposta è molto semplice, per non dire scontata: l'innata interconnessione con la fonte creativa. L'anima dei quattro musicisti romagnoli (esatta "combinazione" di spirito e corpo) è in grado di guidarmi lontano usando associazioni di vibrazioni cosmiche diverse e complementari. Questo nuovo album, per quel che mi riguarda, lo trovo profondamente radicato nella zona temporale dalla quale provengono generi musicali contrapposti, ma molto affini tra loro. "New World Order", di conseguenza, sembra un omaggio alle sonorità progressive in senso lato (se la vogliamo vedere così). Immergendomi nelle acque guaritrici riscaldate dai Void of Sleep, ho riassaporato il brivido del rischio, dell'imprevedibile, dell'imprevisto. Perché un'opera d'arte è unica quando coniuga la cura dei particolari. Alcuni di essi li comprendi solo se li svisceri sino all'osso. L'importante è vivere ogni singolo momento della composizione alla massima intensità, cercando di cogliere la grandezza di ogni singola nota per diventare un tutt'uno con l'atmosfera desiderata. L'approccio dei nostri non cessa di affascinare, né di mantenere saldo quel trademark che li contraddistingue da tutte le altre formazioni nostrane. Chi tra voi ha già assimilato il precedente "Tales Between Reality and Madness" del 2013, probabilmente sa bene di cosa parlo. Quindi non starò qui a farvi il resoconto delle 7 tracce. "New World Order" è l'espressione "massima" e "autentica" di un prodotto ben riuscito. Laddove prevale la giusta sensibilità non c'è barriera che tenga. Meritano di salire su palchi prestigiosi accanto ad artisti di calibro internazionale. Una delle migliori uscite dell'anno. Registrato e mixato da Riccardo Pasini allo Studio 73 di Ravenna e masterizzato presso i The Boiler Room di Chicago. Disponibile dal 16 Ottobre 2015.

Contatti: 

facebook.com/Voidofsleep
auralmusic.com

TRACKLIST: The Devil's Conjuration, Hidden Revelations, Slaves shall Serve, Ordo Ab Chao, Lords of Conspiracy, New World Order, Ending Theme


Nessun commento:

Posta un commento