venerdì 25 settembre 2015

Recensione: TRIGGER ATTACK "An Human Exist Collapse"
2015 - DIY




L'ira sfrenata dei TRIGGER ATTACK si incastra bene negli ingranaggi del genere da loro proposto. Grindcore/powerviolence velocissimo, ignorante e fedele all'attitudine "NO COMPROMISE" di tutti quei ragazzi che, tra l'87 e il '98 si diedero battaglia per stabilizzare questo sottogenere estremo dell'hardcore punk (nomi storici come Neon Christ, No Comment, Man Is the Bastard vi dicono qualcosa?). Perché chi decide di seguire tale corrente stilistica ha solo bisogno di un impatto nudo e crudo, senza fronzoli. Con il debutto "An Human Exist Collapse" i 3 indonesiani dimostrano di aver imparato la lezione. Le 18 tracce sono delle mitragliate che non ci concedono pause di respiro. Sicuramente molti di voi si chiederanno: "Cosa c'è di speciale in tutto questo?". Assolutamente Niente! Ma se oggi devo prendere una scelta, preferisco dare supporto a gente sincera e non a musicisti finti e costruiti. Sono cresciuto con il punk/HC di strada, quindi so di cosa sto parlando. Decidete da che parte stare.

Contatti: facebook.com/Trigger-Attack

TRACKLIST: Trust, Rottenness, Thanx, Tusuk, Warfare, Amoral (Extreme Decay Cover), An Human Exist Collapse, Terror, Kapitalisme, Dunia, Luka, Serigala Kota, Hijau Sirna, Smoketopia, Kertas Nominal, Damai Itu Impian, Penguasa Tua, Semu


Nessun commento:

Posta un commento