sabato 26 settembre 2015

Recensione: OCCULT 45 "Human Abhorrence"
2015 - Broken Limbs Recordings




Sembra che negli ultimi anni gli OCCULT 45 abbiano messo a ferro e fuoco gran parte della east coast americana. Le note biografiche sono alquanto esplicite. In passato mi era già capitato di visionare (per caso) alcuni filmati live della band di Philadelphia. Con quei brevi bootlegs riuscii a cogliere la grinta riversata sul palco. Questa natura selvaggia la potete apprezzare grazie all'EP "Human Abhorrence", stampato dalla Broken Limbs Recordings. Perciò, non aspettatevi nessuna canzone leziosa perché gli Occult 45 hanno il vizio di metterci i piedi in faccia servendosi delle vecchie brutte maniere. Il grindcore non scenderà mai a patti con la musica mainstream e questi ragazzi ce lo ricordano ancora, qualora ce ne fosse bisogno. Se volete farvi del male con qualcosa che unisce violenza sonora e mentalità old school, "Human Abhorrence" farà al caso vostro.

Contatti:

brokenlimbsrecordings.bandcamp.com/human-abhorrence
facebook.com/Occult45
brokenlimbsrecordings.net

TRACKLIST: Plaster Saint, Tyranny Stomp, Chainsaw Vigilante, PPFO, Wizard of Gore, Succubi, Death With Dignity


Nessun commento:

Posta un commento