sabato 12 settembre 2015

Recensione: KRALLICE "Ygg Huur"
2015 - Avantgarde Music




Ci sono dei gruppi che, negli ultimi anni, hanno incarnato il verbo del post death/black metal meglio di chiunque altro, ricordando a voi lettori di Son of Flies webzine che questa musica non può limitarsi alla solita formula definita "true" (quella adoperata dai sostenuitori delle origini del genere, tanto per intenderci). Tale corrente stilistica si è evoluta grazie alla volontà di tanti musicisti desiderosi di innovazione. I buoni risultati ottenuti nel tempo si possono verificare anche in "Ygg Huur" dei newyorkesi KRALLICE, il quinto album della loro carriera iniziata nell'anno 2007. Ottima scelta da parte della nostrana Avantgarde Music, che ha deciso di portarseli dentro le mura di casa per poi posizionarli nel mercato europeo. La band statunitense ha ribadito una volta per tutte la propria competenza nel campo, alla faccia delle formazioni ben più blasonate e redditizie dal punto di vista delle vendite. Rivisitano i punti di forza del loro sound, riuscendo nel compito di ricompattarli con un grande gusto per gli arrangiamenti. Oggi i Krallice possono finalmente affermarsi nell'affolata scena estrema, e questo, solo per mano di una maturità artistica sempre più determinante. Potranno fare al caso dei palati esigenti. Il mio consiglio è quello di approfondirli attentamente.

Contatti: 

avantgardemusic.bandcamp.com/ygg-huur 
facebook.com/krallice 
avantgardemusic.com 

SONGS: Idols, Wastes of Ocean, Over Spirit, Tyranny of Thought, Bitter Meditation, Engram


Nessun commento:

Posta un commento