sabato 11 luglio 2015

Recensione: METATRON OMEGA "Gnosis Dei"
2015 - Cryo Chamber




Il compositore serbo Scorpio V si impone all'attenzione dei numerosissimi cultori dell'esoteric/religious dark ambient, mantenendo un atteggiamento distaccato nella sua accurata ricerca che, pur svolgendosi nell'ambito ambientale, cerca di trovare una via di fuga necessaria per sfuggire alla prevedibilità dell'esito finale. Introspezione e isolamento sono i mezzi che in un nesso di molteplici associazioni creano figurazioni angosciose. La drammaticità che si dipana nel primo lavoro entra in sintonia con le inquietudini dell'artista e per questo motivo, non fallisce durante la sua tumultuosa ascesa. METATRON OMEGA ha un forte impatto proprio perché ha saputo cogliere con le atmosfere raccapriccianti la recrudescenza dell'ignominia dell'animo umano, fatto di solitudini e di contrasti che pulsano nella carne viva. Il sound architettato da Scorpio V è valido, ben arrangiato e prodotto magistralmente, ma deve molto alla lunga Opera dello svedese Peter Andersson (raison d'être), uno dei precursori del genere. E' consigliato l'ascolto.

Contatti:

cryochamber.bandcamp.com/gnosis-dei
facebook.com/metatronomega

SONGS: Apotheosis, Godhead Emanation, Eye of Providence, Ordo Draconis, Hierosgamos, Hypostasis, Transfiguration


Nessun commento:

Posta un commento