giovedì 21 maggio 2015

Recensione: PRION "Uncertain Process"
2015 - Comatose Music




A sette anni di distanza dal precedente "Impressions" ecco il nuovo album dei deathster argentini PRION provenienti da Buenos Aires. "Uncertain Process", contenente anche il bonus DVD con un live set completo girato nel 2013 presso il conosciuto The Roxy Live (locale della loro città) documenta una crescita pazzesca nel sound della band, ormai pronta ad allargare i propri orizzonti ed uscire dalla nicchia della scena underground per colpire gli amanti del death metal di spessore, quello più tecnico e brutale; non ci sono storie che tengano. I nostri sanno suonare molto bene questo genere musicale e con il terzo album in studio ci consegnano un prodotto di grande qualità, dimostrando di non avere assolutamente limiti nell'architettare scenari apocalittici carichi di odio e inquietudine. Atmosfere angoscianti si muovono in parallelo alla veloce e disumana sezione ritmica messa in funzione dal talentuoso batterista Marcelo Russo che, insieme ai suoi compagni di gruppo non si risparmia durante l'esecuzione dei brani (impressionante il lavoro svolto dall'energico cantante/chitarrista Gregorio Kochian e dal bassista Walter Barrionuevo). All'interno di "Uncertain Process" (stampato dalla Comatose Music) tutto scorre senza forzature fastidiose e l'incredibile padronanza compositiva mette in evidenza il carattere arrembante dei sudamericani. Un disco che non deve mancare sul vostro scaffale. Davvero bravi! Saranno in tour in Europa a settembre di supporto agli spagnoli Avulsed e agli italiani Natron.

Contatti:

priondeath.com.ar
facebook.com/Prion
comatosemusic.com

TRACKLIST: Power Obsessed, Uncertain Process, Chronic Disease, Anhedonist, Now Is the Hour, Control Societies, End Is Near, Losing Itself in the Infinite, Doom Humanity of Horror, Never Let Me Down Again


Nessun commento:

Posta un commento