venerdì 8 maggio 2015

Recensione: THE HIRSCH EFFEKT "Holon : Agnosie"
2015 - Long Branch Records | SPV




Il terzo full-length dei tedeschi THE HIRSCH EFFEKT è finalmente uscito e posso confermare che effettivamente il trio proveniente da Hannover è riuscito ad esprimere il livello più alto di sperimentazione. "Holon : Agnosie" può seriamente mettere a ferro e fuoco il movimento mathcore contemporaneo, quello che unisce generi come il free jazz, la fusion, l'industrial, il post-rock e l'hardcore-metal terremotante. Le tracce contengono tutto quello di cui i nostri avevano bisogno in questo preciso periodo della loro carriera artistica. Oggi, l'approccio nei confronti della scrittura è migliorato: è molto più aperto, non si pone alcun limite e, ognuno di voi potrà trovarci contaminazioni inusuali e inserti stranissimi. Grazie a "Holon : Agnosie" riuscirete ad ascoltare i nuovi The Hirsch Effekt, cresciuti, maturati, musicisti che non si accontentano più di trasmettere solo 'rumore', ma che al 'rumore matematico' cercano di dare un senso, di 'argomentarlo' in qualche modo. Il fatto che siano sempre alla ricerca di suoni particolari, di influenze contrastanti ed elaborate, è una cosa positiva. In un contesto musicale come questo è importante lasciare la mente totalmente aperta ad altri flussi sonori e a cambiamenti repentini, anche all'interno di un singolo brano. Inoltre va anche detto che il legame tra il cantato in lingua madre e la costruzione strumentale è intricato. "Holon Agnosie" incarna alla perfezione il prototipo della musica moderna, perciò invito a manifestare interesse all'acquisto per poter godere appieno di questa piccola perla nata per mano di una band versatile, eclettica e ancora più promettente.

Contatti:

thehirscheffekt.bandcamp.com/holon-agnosie
facebook.com/thehirscheffekt
facebook.com/LongBranchRecords

TRACKLIST: Simurgh, Jayus, Agnosie, [Chelicera], Bezoar, Tombeau, Emphysema, [Defaetist], Fixum, Athesie, [Tischje], Dysgeusie, Cotard




Nessun commento:

Posta un commento