martedì 3 febbraio 2015

Recensione: HATE "Crusade:Zero"
2015 - Napalm Records




Il death metal votato all'invettiva anticristiana sta allargando i suoi confini ed alcune delle formazioni rinomate che lo rappresentano al meglio stanno mutando notevolmente. Gli HATE, al pari dei connazionali Behemoth, sono l'esempio di come si possa portare avanti un preciso discorso musicale estremo spingendolo verso una dimensione differente. Dimensione che, nel caso specifico del gruppo guidato da Nergal diventa sempre più scomoda, di giorno in giorno, soprattutto per i livelli di commercialità raggiunta tra il pubblico e sui media di mezzo mondo. Gli Hate di Adam the First Sinner, invece, pur seguendo la loro stessa rotta (sul piano musicale) sono riusciti a preservare una certa integrità sonora ed estetica, la stessa che ha cementato l'evoluzione messa in atto nel corso del tempo (considerate che la band è attiva dal 1990). Dopo aver accusato il colpo della perdita del bassista Slawomir "Mortifer" Kusterka (morto nel 2013 dopo un concerto in Germania), questi tre musicisti polacchi hanno trovato la forza per reagire e comporre delle nuove canzoni che si dimostrano di buona fattura. Fortunatamente questo lavoro in studio non delude le mie aspettative anche se attualmente il gruppo ha un approccio molto più ragionato in fase di songwriting rispetto a quel passato non troppo lontano. "Crusade:Zero" (secondo full-length uscito per la label austriaca Napalm Records) è caratterizzato da un registro davvero strano che studia il maligno con dinamiche molto più cadenzate ma ugualmente incisive e ben arrangiate. A distanza di due anni dal precedente "Solarflesh: A Gospel of Radiant Divinity", gli Hate fanno un altro importante passo in avanti verso il miglioramento delle proprie prestazioni. Pur non essendo il loro album migliore, "Crusade:Zero" contiene delle ricche sorprese, perciò vi invito a non fermarvi al primo ascolto.

Contatti: hate-metal.com - facebook.com/HATEOFFICIAL

TRACKLISTING: Vox Dei (A Call from Beyond), Lord - Make Me an Instrument of Thy Wrath!, Death Liberator, Leviathan, Doomsday Celebrities, Hate Is the Law, Valley of Darkness, Crusade:Zero, The Omnipresence, Rise Omega the Consequence!, Dawn of War, Black Aura Debris, The Reaping


Nessun commento:

Posta un commento