martedì 13 gennaio 2015

Recensione: BROUGHTON'S RULES "Anechoic Horizon"
2014 - Relapse Records




Questa è una grandissima band! Gli americani BROUGHTON'S RULES, messi in piedi da ex-membri di Don Caballero e Blunderbuss fanno sul serio e sono destinati alla libera consultazione di un pubblico molto numeroso (!). Le loro canzoni non lasciano trasparire 'futilità', perché questi musicisti possiedono il dono di far emozionare chi ama la buona musica... un dono tanto raro quanto prezioso che, rende davvero speciale ogni singola nota presente nel secondo capitolo confezionato dalla Relapse Rec., intitolato "Anechoic Horizon". I suoni dipinti dai Broughton's Rules si amplificano con quel fascino che toglie il respiro, come fossero scritti e arrangiati da un Ennio Morricone che viaggia al triplo dei giri; delle cavalcate ritmiche al limite del post-rock strumentale e dello shoegaze anche se, non mancano i fraseggi noise da capogiro (...la title track) o quei momenti memorabili dall'atmosfera evocativa e desertica che riportano alla mente gli Earth di Dylan Carlson ("The Fields Of None"). Il disco dimostra una padronanza di stili differenti invidiabili. Per farla breve: provate a viverveli con le giuste attenzioni perché solo così vi faranno immergere in un immaginario allucinato dalle tinte forti. All'interno di tutte le inevitabili certezze i Broughton's Rules sanno sorprendere e ammaliare. Un film perfetto che si rivela attraverso un'astrazione in forma umana. E' disponibile dall'11 Novembre 2014.

Contatti: 

broughtonsrules.bandcamp.com/anechoic-horizon
facebook.com/BroughtonsRules

TRACKLISTING: Reversers, Gothics, Insanity Dance, Anechoic Horizon, The Fields Of None, New Weather, Shadows and Light, Umbra




Nessun commento:

Posta un commento